È autunno, le giornate si accorciano, la luce del sole è sempre più fioca e fiabesca, e aumenta la voglia di passare il tempo in casa, un libro in una mano e una tisana nell’altra mano. Aosom ha pensato di consigliarti le librerie e gli scaffali migliori di marca HOMCOM in base ad alcuni titoli che sono quasi entrati nel novero dei classici della letteratura più “recente”. Accomodati, fai una passeggiata virtuale nel nostro “showroom” e lasciati ispirare.

1
Una rosa e tre vulcani, su questa libreria, ancora non ci sono. Tuttavia le tonalità chiare e gli inserti in legno di pino rimandano chiaramente a uno spirito che troviamo in assonanza con Il Piccolo Principe. Riesci a immaginare i tuoi libri e i soprammobili su questa bellissima libreria, uno dei nostri pezzi forti?
2
La coscienza di Zeno è il capolavoro di Italo Svevo, un romanzo psicologico che viene spesso fatto leggere anche a scuola. Aosom lo vede perfettamente su questa libreria moderna a quattro ripiani con un design dinamico ed essenziale.
3
Non sappiamo se nella sua stanza Jacob avesse una libreria simile, ma è quella a cui abbiamo immediatamente pensato in correlazione al terzo romanzo di Virginia Woolf, La stanza di Jacob. In questo caso il personaggio viene ricostruito attraverso emozioni e sensazioni suscitate dalle stanze abitate da Jacob. Riesci a immaginare questa compatta libreria HOMCOM, adatta per ottimizzare gli spazi, in questo contesto?
4
Agatha Christie è conosciuta per un’infinita di gialli e polizieschi. Fra questi rientrano quelli che narrano di Hercule Poirot, l’investigatore belga dei suoi libri. Aiuto, Poirot! è il secondo romanzo in cui compare Poirot ed è perfetto per essere sistemato su questa libreria da cinque ripiani in legno di paulownia, con un look leggermente retrò che ammicca alle atmosfere di inizio Novecento.
5
Cosa c’entra Tarzan e il Leone d’Oro, di Edgar Rice Burroughs, con una libreria così moderna? Lo stridente contrasto è pensato nei rapporti di antropologi ed etnografi con questi “nuovi” mondi raccontati efficacemente da Burroughs. Riesci a immaginare questa libreria in un moderno centro ricerche?
6
Cuore è forse il romanzo più conosciuto di Edmondo De Amicis: di fine Ottocento, racconta un anno scolastico di uno studente di terza elementare sottoforma di diario. Non era facile abbinare una libreria a questo titolo italiano di grande successo, noi lo vediamo bene con questa mensola HOMCOM, uno scaffale perfetto per la camera dei ragazzi, su cui poter sistemare libri, quaderni e diari.
7
Pinocchio non ha certo bisogno di presentazioni. Il capolavoro di Collodi ci è subito venuto in mente con questa libreria alta 184 cm, di HOMCOM, tutta giocata sulla bicromia bianco-nero: uno dei gioiellini preferiti del nostro catalogo. Da un lato vediamo bene libri e film ispirati al celebre burattino, dall’altro ci chiediamo che tipo di burattino potrebbe venire fuori usando i materiali di questa libreria.
8
Questa libreria HOMCOM rappresenta il punto d’incontro fra due opposte culture, Oriente ed Occidente, sintetizzate nel famoso libro Il profeta di Khalil Gibran: una grande libreria, certamente importante, adatta a contenere tutta la grandezza dei temi trattati nell’opera di Gibran, che dagli anni venti del Novecento non ha mai smesso di ispirare i lettori.
9
Aldous Huxley è uno scrittore britannico noto per i suoi romanzi distopici, ma in realtà ha scritto anche molto altro: Passo di danza è un romanzo umoristico sugli ambienti elitari e bohemien della Londra tra le due guerre mondiali. Allo stile di questo libro abbiniamo una libreria dal design movimentato e molto di moda. Questa libreria HOMCOM è molto apprezzata su Aosom e spesso comprata in più di una quantità, in modo da combinarla con altri moduli e creare una libreria più grande.
10
Ultimo dei nostri consigli è di abbinare questa libreria all’unico romanzo scritto da Zelda Fitzgerald, moglie di Francis Scott Fitzgerald: il romanzo è Lasciami l’ultimo valzer ed è un romanzo autobiografico e lo troviamo adatto a questa bella libreria HOMCOM con design a otto scompartimenti e in legno bianco. Le piccole ante in rovere sono, per noi, metafora delle sorprese e dell’imprevedibilità della vita.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER